La storia





Nel lontano 1956 con atto notarile del dottor Rivaldo Rivalta registrato a Ravenna il 28 marzo si costituì l'Associazione Ornitologica Romagnola (A.O.R.). E' opportuno, anzi doveroso rivolgere ai soci fondatori un meritato plauso per avere in quel lontano giorno, dato pubblicamente l'avvio a questa nostra meravigliosa organizzazione.  
A quel tempo l'ornitologia intesa come hobby, era una passione concessa a pochi privilegiati, ma la strada aperta da questi pionieri dell'ornitologia amatoriale, intesa soprattutto come pratica di allevamento, fu presto percorsa da altri appassionati. Soci fondatori e primo consiglio direttivo dell' A. O. R.
Presidente: Rivalta Cav. Umberto (possidente) 
Vice presidente
: Baracca Alberto (possidente)
Segretario: Busmanti cav. Mario (impiegato)
Cassiere
: Benini rag. Adler (impiegato) 
Consiglieri: Callegari dott. Pier Francesco (industriale) - Strocchi dott. Gioacchino (medico chirurgo) - Ercolani Libero (insegnante) - Miserocchi Elio (geometra).                             
Le nostre radici
.    
A questo piccolo gruppo di amatori dell'ornitologia va il merito di avere diffuso la passione per la selezione degli uccelli allevati in cattività nella provincia di Ravenna. La passione coinvolse diversi allevatori, cultori dotati di importanti qualità pratiche e scientifiche e ben presto questi si imposero sia in campo nazionale ed internazionale portando onore e vanto all'A.O.R. di Ravenna. 
E' d'uopo ricordare alcuni di loro i cui nomi sono scolpiti nella storia della nostra associazione e dell'ornicoltura nazionale: il sig. Marino Rosetti vincitore di moltissimi titoli mondiali nella categoria canarini di colore, il sig. Otello Monti per anni con i suoi border dominatore in Italia e all'estero, il sig. Roberto Chiesa allevatore e ottimo giudice internazionale per oltre trent'anni e ultimo non per importanza ma perché ancora sulla breccia il sig. Bruno Plazzi (campione dal 1959) esempio di longevità e punto di riferimento per molti allevatori non solo romagnoli. 

Il nostro Statuto